lunedì 28 luglio 2008

Prime impressioni

Finalmente qualche esperienza di gioco.
Al momento sto sperimentando un setup con una varianza minima.
Si tratta di un paladino (che più avanti farà da tank) e 4 sciamani (di questi uno dovrebbe diventare l'healer ufficiale).
I cinque sono all'avventura su Runetotem-EU.
Al momento il gruppetto ha allegramente superato il diciottesimo livello e si avvia alla boa del ventesimo.
Alcune considerazioni fin qui.

Questare è molto facile ma al contempo ha dei lati negativi. Se vi imbattete nella quest con 10 item da droppare e un drop rate pessimo dei mob ci passate le ore prima di farne 50. A questo punto alcuni penseranno che tali quest possono essere evitate. Io vi consiglio di non farlo. La ragione è semplice, le quest che richiedono kill finiscono in un amen e i punti XP per via del gruppo sono pochini (non quelli della riconsegna ma quelli dei kill), le quest con drop vanno intese come puro grinding: un male assolutamente necessario. Soprattutto a livelli bassi. Ma c'è una ragione più importante. Grindare a babbo morto per qualche ora ha l'indubbio vantaggio di darvi tempo e modo di raccattare materiali per le professioni. Vi accorgerete infatti che per la prima volta avrete enormi problemi ad avare abbastanza lino per livellare il first aid, senza contare mining, herbalism e skinning. Prendetevi il tempo necessario per lavorare sulle professioni: far crescere un team bilanciato e autosufficiente credo sia parte implicita del tirare su un team multiboxing.

4 commenti:

Khassad ha detto...

Proprio ieri mi sono imbattuto in un multiboxer di Jaedenar, paladino tank più quattro shamani elemental, nomi: totemac, totemic, etc etc.

La scelta del paladino come tank è dovuta alla sua versatilità di AoE-tank, healer-in-plate?

Severinus ha detto...

Il paladino come tank è una scelta molto comune, soprattutto sui multiboxer PVE oriented. Sicuramente la sua capacità nel tanking AoE ha un suo peso. Ai livelli bassi ha ovviamente dei limiti, ma ho riscontrato usandolo che comunque regge bene l'aggro e assolve in modo brillante alla sua funzione. Credo che il pala+4 shamani elemental sia ormai una sorta di standard. La bontà degli sciamani e la loro versatilità li rendono una delle classi principe per il multiboxing e il paladino come tank sembra essere il completamento naturale in pve.

Maxellum ha detto...

Mi sono scontrato diverse volte con gente come voi in arena con il multiboxer e se devo dire la mia andreste bannati e basta.

E' assolutamente da LAMER giocare in questo modo e la Blizzard lo consente solo per un chiaro motivo di denaro.

Aggiungo che viene contro ogni logica pve\pve e gdr di questo gioco, ma è chiaro che denaro permettendo...

Ho piuttosto schifo quando vi vedo.

Maxèllum - Runetotem EU

Severinus ha detto...

@Maxellum:
onestamente devo dire che il tuo commento mi sembra un po' eccessivo.
Che la Blizzard consenta questo genere di pratica per un motivo di denaro mi sembra una cosa risibile. I multiboxer, statisticamente parlado, non rappresentano un guadagno cospicuo per la Blizzard, nemmeno se li contassimo come tutti gruppi da 5 (cosa che non sono, la maggioranza sono gruppi da 2 o 3) non si avvicinano nemmeno ad essere "statisticamente rilevanti" (che tradotto significa, anche se venissero bannati tutti la perdita in denaro per la blizzard non sarebbe rilevabile a bilancio). La verità è che i multiboxer sono pochini (dopo tre anni di WoW io stesso su 6 server su cui ho giocato ne ho incontrato solo uno e una volta soltanto).
Ma consentimi una riflessione su la tua affermazione:
"andreste bannati e basta." Giocare in multiboxing non ha alcun impatto sugli altri giocatori del server se non in pvp, quando effettivamente si viene a confronto. Prima di parlarne fammi solo esaurire l'argomento pve: un multiboxer (2,3,4 o 5 pg controlli non importa) in pve può solo fare due cose: farmare (e in questo c'è gente che lo fa anche con un solo pg per ore e ore) o fare instance. Se farma il massimo danno che può fare e radere al suolo una zona, ma al contempo di solito raccatta un po' di materiali (di vario genere) che finiscono all'asta o da qualche vendor in quanto inutili. Danni per altri giocatori nessuno o se vogliamo non peggiori di quelli che possono fare altri giocatori da soli o in gruppo. Se invece fa instance (al di là di equippare i propri pg) al massimo produce un mucchieto di shard e qualche random drop che finisce all'asta (con qualche vantaggio sul mercato dell'offerta, ma anche qui non statisticamente significativo), in compenso fa una fatica improba a fare anche i pull più semplici (parliamo di instance complesse ovviamente). Obbiettivamente un multiboxer in pve lascia il tempo che trova e non pregiudica in alcun modo l'altrui divertimento.
In pvp il discorso cambia. Il sincronismo dei multiboxer è dannatamente efficiente (contrariamente al sicronismo tra giocatori diversi che spesso invece fa cilecca) e soprattutto in BG non premade alle volte (dipende dal team) fa la differenza, ma ha dei limiti. In arena i team multiboxing sono notoriamente delle pippe e a parte rari casi si prendono delle discrete bastonate. Un buon team arena un team multiboxing se lo mangia a colazione senza che questi nemmeno se ne accorga, un team mediocre ha qualche problema in più ma se hai letto il blog sovresti sapere che i team MB si basano su un leader ammazzato il quale il resto va allo sbando per qualche sencondo (se non di più). Inoltre i pg possono essere controllati, ridotti a pecore, messi in fear e compagnia dicendo esattamente come ogni altro personaggio.
Giocare multiboxing e farlo bene è una sfida ed anche difficile. E' solo una diversa concezione di questo gioco o meglio è un diverso approccio al sistema di gioco. Le gilde hardcore hanno una loro filosofia che se vogliamo non ha niente a che vedere con il gdr, chi fa solo pvp e/o arene come unisco scopo del gioco trasforma WoW in un sora di arcade, chi farma per ore e ore solo per sfruttare l'asta e passa le giornate a fare fogli excel sull'andamento dei prezzi comprando e rivendendo oggetti per vedere se riesce ad influenzare il mercato e nemmeno si pone il problema di essere in una gilda o di parlare con qualcuno... sono tutti approcci al gioco.

Io non sono convinto del fatto "qualcuno andrebbe bannato e basta" solo perché si approccia al gioco in modo diverso dal mio. Mi sembra un approccio lesivo delle libertà di cui ognuno dovrebbe godere se sta alle regole. In questo caso le regole sono rispettate, qualora queste cambiassero allora sarebbe giusto attenersi alle modifiche introdotte. Detto questo non mi pare che i multiboxers ad oggi possano essere considerati come dannosi o che possano in qualche modo ledere il divertimento degli altri giocatori (che poi è la cosa più importante, Blizzard o non Blizzard).

P.S.(1): "Lamer" indica una persona che, per ignoranza o per scelta, infrange le regole di una comunità con lo scopo di danneggiare le altre persone della comunità stessa e finisce per essere così mal voluto nella comunità di cui sopra (e non lo capisce). Da questo punto di vista un multiboxer consapevole ed informato non può essere considerato un lamer e anche ammesso che marginalmente lo si possa etichettare come tale rimane il fatto che tale definizione possa essere applicabile solo una volta raggiunto il massimo livello (attualmente il 70), prima è solo un lupetto solitario in un mondo vuoto popolato da sporadici alt. Molti multiboxer, statisticamente parlando, a livello 70 rirollano per provare nuove combinazioni e sfide.

P.S. (2): grazie comunque del tuo intervento sul blog, anche se ho trovato poco elegante essere schifato. Ci vediamo in game, siamo sullo stesso server.